Ente di formazione accreditato dalla Regione Piemonte,
svolge corsi riconosciuti dalla Città Metropolitana di Torino e dalla Regione Piemonte.
I corsi vengono svolti a Torino e Cuneo.
Numero di accreditamento 1080.
        
L'Estetica › Corsi Riconosciuti › ASSISTENTE DI STUDIO ODONTOIATRICO (ASO)
"Assistente alla poltrona odontoiatrica"

ASSISTENTE DI STUDIO ODONTOIATRICO (ASO)
"Assistente alla poltrona odontoiatrica"


Deliberazione della Giunta Regionale 1 marzo 2019, n. 25-8490D.P.C.M. 9 febbraio 2018 Approvazione dello standard formativo e della disciplina dei corsi di formazione per il profilo professionale dell'assistente di studio odontoiatrico ai sensi dell'art. 1, comma 2, della Legge 1 febbraio 2006, n. 43.

REGIONE PIEMONTE: Corso riconosciuto con determinazione dirigenziale n. 804 del 10/06/2019
CITTA' METROPOLITANA DI TORINO: Corso riconosciuto con determina 54-6014/2019 del 30/5/2019
L’assistente di studio odontoiatrico ASO (assistente alla poltrona del dentista) è colui che svolge attività finalizzate all’assistenza dell’odontoiatra e dei professionisti sanitari del settore durante la prestazione clinica, alla predisposizione dell’ambiente e dello strumentario, all’accoglienza dei clienti e alla gestione della segreteria e dei rapporti con i fornitori. 

L’assistente alla poltrona odontoiatrica (ASO) è in grado inoltre di assumere comportamenti volti a trasmettere serenità, sicurezza e a sviluppare un rapporto di fiducia con le persone assistite fornendo loro informazioni utili per affrontare interventi e/o trattamenti, adottando comportamenti predefiniti dall’odontoiatra per creare un ambiente sicuro e accogliente utilizzando modalità comunicative verbali e non verbali adeguate alla condizione della persona assistita.  
 
Al termine del corso sarà possibile esercitare la professione di assistente di studio odontoiatrico come parte integrante di strutture odontoiatriche.  
L’Assistente di studio odontoiatrico ASO non può svolgere alcuna attività di competenza delle arti ausiliarie delle professioni sanitarie, delle professioni mediche e delle altre professioni sanitarie, per l’accesso alle quali è richiesto il possesso della laurea.

L’Assistente di studio odontoiatrico ASO rientra nelle figure socio sanitarie art.1, comma 2 legge 43/2006.  

Attestato riconosciuto in tutta Italia e all’interno della Comunità Europea "Qualifica di Assistente Studio Odontoiatrico"
 
Durata

Il corso è strutturato in 700 ore, suddivise in 300 ore di teoria ed esercitazioni e 400 ore di tirocinio come assistente studio odontoiatrico presso strutture convenzionate
 
Frequenza

La frequenza è obbligatoria, almeno il 90% del percorso formativo.
I percorsi sono organizzati con i seguenti orari:
diurno
pomeridiano
serale
sabato e una sera alla settimana (lunedi) 


A chi è rivolto
 

Il corso è rivolto a formare figure in grado di svolgere attività finalizzate all’assistenza dell’odontoiatra e dei professionisti del settore durante la prestazione clinica, alla predisposizione dell’ambiente e dello strumentario, all’accoglimento dei clienti e alla gestione della segreteria e dei rapporti con i fornitori.  
L’assistente alla poltrona odontoiatrica ASO è in grado inoltre di assumere comportamenti volti a trasmettere serenità, sicurezza e a sviluppare un rapporto di fiducia con le persone assistite fornendo loro informazioni utili per affrontare interventi e/o trattamenti, adottando comportamenti predefiniti dall’odontoiatra per creare un ambiente sicuro e accogliente utilizzando modalità comunicative verbali e non verbali adeguate alla condizione della persona assistita.  


Requisiti di ammissione
 

Qualifica professionale oppure diploma di scuola secondaria di II grado
   
Il requisito minimo di accesso al corso si riduce al diploma di licenza media, per quei soggetti che: 

A) Hanno maturato un’esperienza lavorativa nello svolgimento di attività di assistente di studio odontoiatrico di almeno un anno consecutivo, negli ultimi 10 anni antecedenti alla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018 alla data di entrata in vigore del citato DPCM si trovano in costanza di lavoro con inquadramento contrattuale di Assistente alla Poltrona.

B) Alla data di entrata in vigore del citato DPCM si trovano in costanza di lavoro con inquadramento contrattuale di Assistente alla Poltrona.
    
Nei casi sopraindicati potrà avvenire il riconoscimento di crediti formativi pari al totale delle ore del percorso con accesso diretto all'esame finale, oppure parziali a seguito delle opportune verifiche da parte del Certificatore delle competenze. (vedi sezione riconoscimento di crediti negli approfondimenti tecnico/normativi)
    
L'ammissione al corso ai tirocinanti, è condizionata dal possesso del certificato di idoneità specifica alle mansioni rilasciato dal 

“Medico competente” dell’A.S.R. competente, essi vengono pertanto intesi per questo tipo di percorso a tutti gli effetti come “lavoratori”. 


Esame finale della durata di 15 ore 

Descrizione: 
  • Prova teorica: questionario a risposte chiuse costituito da 25 domande 
  • Caso studio 
  • Colloquio tecnico
Aggiornamento

E' previsto un aggiornamento annuale di 10 ore.

Principali contenuti del corso:

Il percorso didattico è organizzato in unità formative, svolte da docenti con esperienza lavorativa o didattica conclamata.
Seleziona l'unità formativa per conoscerne il contenuto.
 
UF 1 - Durata: 75 ore - Interagire con le persone assistite, i membri dell’equipe professionale, i fornitori e i collaboratori esterni
Elementi di sociologia e psicologia socio relazionale
Tecniche di accoglienza
Assiomi della comunicazione
Comunicazione verbale, non verbale e paraverbale
Persona e bisogni vecchi e attuali
Relazione di aiuto
Utilizzo delle varie forme comunicative nelle diverse situazioni e con diversi interlocutori
Aspetti emotivi dell’operatore e della persona assistita

Elementi di etica e deontologia professionale
Etica e deontologia
Omissione di soccorso
Riservatezza e segreto professionale
Responsabilità e ruoli all’interno dello studio

Tecniche di analisi della clientela e elementi di customer satisfaction
Orientamento alla soddisfazione del cliente
Elementi di analisi della soddisfazione del cliente

Tecniche di negoziazione e problem solving
La persona assistita: la relazione d’aiuto nell’identificazione dei meccanismi di difesa messi in atto dalla persona assistita
Osservazione e ascolto
Tecniche e modalità di facilitazione e mediazione con la persona assistita
Riconoscimento e analisi della situazione problematica e relative tecniche di risoluzione
Gestione della relazione con persone in difficoltà
Elementi di legislazione socio-sanitaria e del lavoro
Cenni della legislazione sanitaria vigente
Legislazione delle figure professionali sanitarie con le quali si opera all’interno dello studio (odontoiatra e igienista dentale)
Profilo professionale e CCNL dell’Assistente di Studio Odontoiatrico
Responsabilità civile e penale

Orientamento al ruolo
Accoglienza e orientamento alla professione
Concetto di salute, benessere e malattia secondo l’O.M.S.
I sistemi di prevenzione nei diversi modelli di società
Analisi del profilo professionale
Preparazione e rielaborazione del tirocinio curriculare
Preparazione all’esame finale
UF 2 - Durata: 80 ore - Allestire spazi e strumentazioni di trattamento odontoiatrico secondo protocolli e procedure standard
Elementi di merceologia
Composizione, natura, qualità e proprietà chimiche e fisiche dei:
Materiali per la chirurgia orale
Materiali per l’ortodonzia e pedodonzia
Materiali per l’odontoiatria conservativa
Materiali per le protesi dentali
Materiali per la radiologia e immagini mediche odontoiatriche
Materiali per l’anestesiologia
Materiali per i trattamenti degli stati di emergenza

Farmacologia:
Farmaci di prima necessità
Forme farmaceutiche e vie di somministrazione
Conservazione e smaltimento

Postazione di lavoro: riunito, ablatore, strumenti rotanti, lampade, aspiratore chirurgico, autoclave, compressore, radiografico
Manutenzione di strumenti e presidi

Elementi di chimica, biochimica e microbiologia

Principi base di chimica e reazioni chimiche usate in odonto-stomatologia
Principi base di fisica

Principi base di biologia:
La costituzione chimica della materia vivente di origine animale
Le cellule: l’organizzazione e la divisione cellulare
I tessuti cellulari
L’immunologia e i meccanismi immunitari
Elementi di igiene
Principali agenti patogeni: batteri, virus, miceti, protozoi
Classificazione delle malattie infettive:
sorgenti di infezione, modalità di contagio, localizzazioni, norme comportamentali nella prevenzione delle infezioni
Confort e sicurezza dell’ambiente di lavoro
Utilizzo dei DPI
Lavaggio delle mani: lavaggio sociale, lavaggio antisettico, lavaggio chirurgico; decontaminazione alcolica

Rifiuti:
originati in ambiente sanitario assimilati agli urbani;
speciali non pericolosi;
speciali pericolosi a rischio chimico;
speciali pericolosi a rischio infettivo;
speciali pericolosi taglienti a rischio infettivo;
lo smaltimento dei rifiuti pericolosi e tipologie di contenitori
Raccolta differenziata dei rifiuti non pericolosi e tipologie di contenitori

Tecniche di pulizia, sanificazione, sanitizzazione, decontaminazione, disinfezione e sterilizzazione
Identificazione delle zone di rischio (basso, medio e alto)
Cura e igiene dell’ambiente: microclima, pulizia, sanificazione, disinfezione, sterilizzazione, disinfestazione
Protocolli e procedure per l’igiene dell’ambiente e dei presidi
Lettura della scheda tecnica e uso corretto dei materiali (detergenti, disinfettanti, ecc.) e degli strumenti necessari all’esecuzione delle procedure di igiene ambientale e dei presidi
UF 3 - Durata: 70 ore - Assistere l’odontoiatra
Elementi di anatomia, fisiologia e patologia dell’apparato stomatognatico
Principi di anatomia
Crescita dell’individuo: i fattori di crescita e di sviluppo
Anatomia della testa e del collo
Anatomia dentale
Principi di fisiologia: apparato digestivo, respiratorio, sistema cardio-vascolare
Bocca e sue caratteristiche
Patologie dentali:
anomalie dentali
malattie acquisite dei tessuti duri del dente e della polpa
lesioni traumatiche
complicazioni della dentizione
Patologie odontostomatologiche:
malattie infiammatorie ed infettive
malattie tumorali
malformazioni congenite
emorragie
algie

Tecniche di allestimento della postazione di lavoro, attrezzature e strumentario
Suddivisione e organizzazione dello studio: sala operatoria, sala di sterilizzazione e riordino, sala d’attesta, accettazione, laboratorio o zona di ritocco, sala macchine

Prestazioni alla poltrona:
chirurgia orale
ortodonzia e pedodonzia
protesica
endodonzia
igiene dentale Tecniche di assistenza all’odontoiatra nelle attività proprie dell’odontoiatria
Cenni sull’apparato muscolo-scheletrico
Filosofia dell’ergonomia e consapevolezza sulla postura
Aspirazione chirurgica
Il lavoro a 4 mani: il passa ferri
Attenzione alla persona, osservazione di segni e sintomi e segnalazione

Apparecchiature per la diagnostica e modalità d’uso
Dispositivi e attrezzature per la radiografia: tubo radiogeno, camice e sviluppatrice
Lampade diagnostiche e tester di funzionalità

Elementi di primo soccorso
Fisiopatologia delle reazioni avverse in odontoiatria
Assistenza al medico nella gestione delle emergenze
BLS Cenni di radiologia e di radioprotezione Radiografia
Danni della radiazione X: danno stocastico e danno deterministico
Comportamenti dell’operatore


Disposizioni generali in materia di protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori
Formazione generale alla salute e sicurezza per i lavoratori (4 ore):
Concetti di rischio
Danno
Prevenzione
Protezione
Organizzazione della prevenzione aziendale
Diritti doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali
Organi di vigilanza, controllo e assistenza
Formazione specifica alla salute e sicurezza per i lavoratori riferita al settore ATECO 86.23.00 (12 ore)
UF 4 - Durata: 60 ore - Trattare la documentazione clinica e amministrativo-contabile
Elementi di informatica
Elementi costitutivi il sistema: hardware, software, periferiche
Elementi di base del sistema operativo
Cenni su elaborazione testi
Cenni sul foglio di calcolo
Gestione della stampa
Cenni di navigazione e posta elettronica

Tecniche e strumenti di raccolta di informazioni anche con supporto di tecnologie informatiche e applicativi
Strumenti di raccolta dati: anagrafica, cartella anamnestica, cartella clinica, documentazione dell’archivio e magazzino, agenda appuntamenti, agenda di richiamo, documentazione per la gestione del rapporto con l’odontotecnico e i fornitori
Cenni sull’utilizzo degli applicativi
Elementi di amministrazione e contabilità
Cenni sulla contabilità forfettaria o ordinaria
Cenni sull’utilizzo degli applicativi gestionali
Fatturazione elettronica
Elementi di legislazione fiscale e delle assicurazioni
Cenni sul Sistema Tessera Sanitaria
Cenni sui principi di assistenza sanitaria integrativa

Elementi di legislazione socio-sanitaria
Fonti delle leggi e gerarchie
Cenni di legislazione sanitaria: le radici della politica sanitaria nella costituzione italiana (art. 3, 32, 36), descrizione delle politiche sanitarie
Origini ed evoluzione del Servizio Sanitario
Nazionale (dalle casse mutue alla L. 833/78)
Dall'USL/USSL alla trasformazione in Azienda (D.lgs. 502/92 e 517/93 e ss.mm.ii.), il dipartimento e il distretto
Strumenti di programmazione a livello nazionale e regionale: il piano sanitario nazionale e regionale, verso il piano socio-sanitario
La svolta federalista: il livello essenziale assistenziale delle prestazioni (D.Lgs. 502/92, DGR 51/2003 e ss.mm.ii.)

Trattamento dei dati personali in ambito sanitario, con particolare riguardo al trattamento dei dati personali
I dati personali
Il rispetto della riservatezza (privacy): norma e deontologia
Responsabilità dello studio

Gestione e conservazione della documentazione clinica e del materiale radiografico
Archivio dello studio e sue caratteristiche
Modalità di gestione della documentazione della persona assistita e responsabilità dello studio
Cenni sull’utilizzo degli applicativi
Approfondimento tecnico-normativo
In questo link potete leggere una serie di FAQ dove ritrovare una buona parte di casistiche, ovviamente non esitate a contattarci se non ritrovate la vostra situazione. 
 


Disposizione transitorie 
In virtù di quanto disposto dall’art. 13, commi 1 e 2, dell’Accordo Stato-Regioni del 23 novembre 2017, così come recepito dal citato DPCM 9 febbraio 2018, si prevede quanto segue. 

a) Dalla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018, per un periodo successivo non superiore a 24 mesi, possono essere assunti dipendenti con la qualifica contrattuale di Assistente alla poltrona, privi dell’apposita qualifica professionale di Assistente di studio Odontoiatrico (ASO), fermo restando: l’obbligo da parte dei datori di lavoro di provvedere affinché gli stessi acquisiscano l’attestato di qualifica di ASO, entro trentasei mesi dall’assunzione, secondo quanto disposto nel presente atto;il possesso da parte del lavoratore del requisito di accesso al corso, ovvero il possesso di una qualifica rilasciata ai sensi del D.Lgs 206/2005 oppure di un diploma di scuola secondaria di II grado.

b) Per coloro che alla data di entrata in vigore del citato DPCM si trovano in costanza di lavoro con inquadramento contrattuale di Assistente alla Poltrona e che non posseggono i trentasei mesi di attività lavorativa per l’esenzione della formazione, i datori di lavoro devono provvedere affinché gli stessi conseguano la qualifica professionale di ASO entro trentasei mesi dalla data di entrata in vigore dello stesso DPCM.
   
Casi di esenzione del percorso formativo 

Sono esentati dall’obbligo di frequenza
del percorso formativo e del relativo esame coloro che alla data del 21 aprile 2018 che definisce l’entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018 hanno o hanno avuto l’inquadramento contrattuale di Assistente alla poltrona, e possono documentare un’attività lavorativa, anche svolta e conclusasi in regime di apprendistato, di non meno di trentasei mesi, anche con consecutiva, espletata negli ultimi cinque anni antecedenti l’entrata in vigore del DPCM.  
Il datore di lavoro presso il quale il lavoratore presta il servizio è tenuto ad acquisire dal lavoratore stesso la documentazione comprovante il possesso dei requisiti per l’esenzione
Questo accertamento di esenzione viene fatto esclusivamente dal datore di lavoro e non richiede alcuna verifica confermativa da parte della Regione Piemonte.  
 
Condizioni di equivalenza per i corsi svolti presso altre Regioni   

La Regione Piemonte riconosce la piena equivalenza dei titoli rilasciati da altre Regioni che hanno recepito l’Accordo sancito tra Governo, Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 23 novembre 2017. 
Tali casi non richiedono alcun tipo di valutazione da parte della Regione Piemonte.

Riconoscimento dei crediti a seguito di percorsi di acquisizione delle competenze in ambito formale
 
 

Possono essere presi in considerazione
ai fini del riconoscimento dei crediti esclusivamente corsi di formazione professionale della durata minima di 80 ore la cui frequenza è documentata, riconosciuti da:
  • Regione Piemonte;
  • Associazioni di categoria ANDI e AIO;
  • Corsi presso altre Regioni precedenti all’Accordo del 23 novembre 2017 autorizzati 
La formazione per la quale vengono riconosciuti i crediti deve essere conclusa da non più di 10 anni antecedenti all’entrata in vigore del DPCM, ovvero il 21 aprile 2018, dal momento in cui viene richiesto il riconoscimento dei crediti, e presentare contenuti documentabili simili e attinenti allo Standard Regionale.

Tirocinio   

Nelle strutture presso cui si svolge il tirocinio la supervisione dello stesso è delegata dal responsabile della struttura ad un soggetto (“tutor aziendale”) con esperienza professionale di almeno 3 anni, anche non continuativi, maturata negli ultimi cinque anni nell’esercizio dell’attività lavorativa.
Ai soggetti che si trovano in costanza di lavoro e rientrano in uno dei casi sotto elencati è consentito lo svolgimento del tirocinio, in orario di servizio, nel luogo di lavoro presso cui operano: 
a) I soggetti che abbiano maturato un’esperienza nello svolgimento di attività di assistente di studio odontoiatrico di almeno un anno consecutivo, negli ultimi 10 anni antecedenti alla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018; 
b) I soggetti che alla data di entrata in vigore del citato DPCM si trovano in costanza di lavoro con inquadramento contrattuale di Assistente alla Poltrona e che non posseggono i trentasei mesi di attività lavorativa per l’esenzione della formazione; 

c)
I soggetti che dalla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018, per un periodo successivo non superiore a 24 mesi, sono assunti come dipendenti con la qualifica contrattuale di Assistente alla poltrona, privi dell’apposita qualifica professionale di Assistente di studio Odontoiatrico (ASO).   
Pertanto, ai citati soggetti di cui ai punti a), b) e c) lo svolgimento di n. 400 ore di attività lavorativa viene considerato come adempimento all'obbligo di tirocinio.  
 
Esame finale della durata di 15 ore 

La qualifica professionale di "Assistente allo studio odontoiatrico"
è rilasciata previo superamento di apposito esame con una commissione esterna, volto a verificare l’acquisizione di adeguate competenze tecnico professionali previste dal corso. 

Tale esame consiste nella somministrazione di un questionario e una prova pratica, secondo le indicazioni definite nel percorso standard. 
Sono considerati idonei i candidati che abbiano ottenuto una valutazione complessiva non inferiore a 60/100
Il ruolo di esperto del mondo del lavoro previsto da tale disciplina deve essere ricoperto da un odontoiatra designato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. 
Descrizione:
Credito valutativo: 50% (25% valutazione stage e 25% valutazione del percorso formativo in agenzia)

Prova teorica:
questionario a risposte chiuse costituito da 25 domande, peso 5/100

Caso studio, che verifichi l’accoglienza, la relazione e la preparazione della persona assistita,la preparazione della postazione, relazione con gli altri professionisti, elementi di attenzioneall’igiene ambientale e alle attrezzature, utilizzo dei DPI, riordino della postazione,comportamento etico: 2 ore, peso 20/100

Colloquio tecnico
 che possa anche prevedere simulazione: 12 ore, peso 25/100  
  
Aggiornamento 

Per coloro che conseguono l’attestato di qualifica ASO
e per i lavoratori esentati (vedi “Casi di esenzione del percorso formativo”) è previsto l’obbligo di frequenza di eventi formativi di aggiornamento della durata di almeno 10 ore all’anno
I soggetti formatori abilitati a erogare l’aggiornamento sono agenzie formative accreditate ad erogare corsi di formazione o associazioni di categoria specifica, di datori di lavoro o di lavoratori. 

L’aggiornamento può essere ottemperato anche per mezzo della partecipazione a convegni e seminari a condizione che essi trattino contenuti specifici all’attività dell’assistente di studio odontoiatrico. 

Le 10 ore di aggiornamento non includono la formazione obbligatoria prevista dal D.lgs. 81/08.    
Vuoi più informazioni su questo corso?


Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro
  qui  
autorizzo al trattamento dei dati personali.