L'Estetica › Corsi co-Finanziati Torino
Corsi di aggiornamento professionale per titolari e occupati, finanziati al 70% dalla Città Metropolitana di Torino




AREA WELLNESS

  • AGGIORNAMENTO TECNICHE DI MASSAGGIO VISO E CORPO - LIVELLO BASE

  • AGGIORNAMENTO TECNICHE DI MASSAGGIO ESTETICO

  • AGGIORNAMENTO TECNICHE DI MAKE UP






AREA HAIR STYLE

  • AGGIORNAMENTO TECNICHE DI ACCONCIATURA - PIEGA E PHON

  • AGGIORNAMENTO TECNICHE DI TAGLIO - MODA

  • TECNICHE DI COLORAZIONE E MECHES

  • LA GESTIONE DEL SALONE: AGGIORNAMENTO PER ACCONCIATORI






AREA GESTIONALE

  • COMUNICAZIONE EFFICACE, TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING

  • TECNICHE PROFESSIONALI DI SOCIAL MEDIA PER IL MARKETING

  • COMUNICAZIONE D'IMPRESA E MARKETING STRATEGICO

  • TECNICHE DI CONTABILITA' AZIENDALE






AREA DESIGN E GRAFICA

  • TECNICHE DI DISEGNO ARTISTICO

  • TECNICHE DIGITALI DI DISEGNO SU IPAD

  • APPLICATIVI PER IPAD: configurare ed utilizzare il device Apple per la produttività







NOTE ESPLICATIVE

I corsi proposti sono inseriti nel catalogo dell’offerta formativa approvato con DD n. 189-28673 del 9/11/2017 della Città Metropolitana di Torino per la sede di Torino e sono attivabili grazie al contributo pubblico (con risorse del POR FSE 2014-2020) assegnato al lavoratore o all’impresa (voucher) e dal contributo privato a parziale o totale copertura del costo del corso a catalogo.
Ciascun lavoratore interessato può ottenere voucher per un valore massimo di 3000,00 euro pro capite il per triennio 2017/2020.

I corsi possono essere proposti:
  1. ad iniziativa individuale, promuovendo l’accesso dei singoli lavoratori occupati presso aziende localizzate in Piemonte che di propria iniziativa intendano aggiornarsi, qualificarsi o riqualificarsi a una formazione di qualità connessa alle opportunità di inserimento e reinserimento lavorativo, alle iniziative di formazione specialistica e per l’imprenditorialità Per ogni attività il voucher formativo individuale può coprire una quota non superiore al 70% del costo complessivo della stessa, la quota complementare è a carico del lavoratore. nessun contributo viene invece richiesto al lavoratore con ISEE inferiore o uguale a € 10.000,00 per la formazione continua a iniziativa individuale

  2. ad iniziativa aziendale rispondendo ai fabbisogni espressi dalle aziende localizzate sul territorio della Città metropolitana di Torino per la sede di Torino in relazione all’aggiornamento delle competenze della formazione lavoro promuovendo l’accesso ad attività formative offerte. Per ogni attività il voucher formativo aziendale può coprire una quota, diversificata in relazione alla dimensione dell’impresa richiedente e varia tra il 50 e il 70% del costo complessivo della stessa, la quota complementare è a carico dell’azienda.
I partecipanti o le aziende dovranno versare all’agenzia formativa la quota a loro carico prima dell’avvio del corso e dopo l’assegnazione del voucher da parte della CMTO e soltanto mediante bonifico.

L’agenzia formativa si riserva la facoltà di avviare l’attività corsuale al raggiungimento del numero minimo di allievi previsto.

Al termine del corso verrà rilasciata attestazione delle competenze agli allievi che avranno frequentato i 2/3 del monte ore complessivo del corso e superato con esito positivo la prova finale prevista.

Documentazione da presentare per la gestione della pratica (richiesta attribuzione voucher):
  • Carta d’identità e codice fiscale
  • Busta paga o contratto di assunzione
  • Marca da bollo da €16,00
  • Visura camerale (esclusivamente in caso di voucher aziendale)


30% a carico dell’impresa/ente di dimensione piccola per la formazione continua a iniziativa aziendale; 40% a carico dell’impresa/ente di dimensione media per la formazione continua a iniziativa aziendale (ridotta al 30% qualora il destinatario sia un lavoratore svantaggiato ai sensi della Direttiva relativa alla formazione continua e permanente dei lavoratori occupati di cui alla DGR n.26-3145 dell’11/04/2016); 50% a carico dell’impresa/ente di dimensione grande per la formazione continua a iniziativa aziendale (ridotta al 40% qualora il destinatario sia un lavoratore svantaggiato ai sensi della Direttiva relativa alla formazione continua e permanente dei lavoratori occupati di cui alla DGR n.26-3145 dell’11/04/2016)